"Recitare non è molto diverso da una malattia mentale: un attore non fa altro che ripartire la propria persona con altre. È una specie di schizofrenia." (Vittorio Gassman)

lunedì 20 dicembre 2010

IN HER SHOES - SE FOSSI LEI

Ci sono donne, donne più magre, che indossano reggiseni, perizomi di seta, strumenti di seduzione per il maschio..io mi sentirei ridicola con quelle bardature. Io indosso mutande di cotone, ho passato la vita a lavorare e programmare viaggi che non ho fatto. Al mio cuore è bastato l’amore di romanzi che ho letto. Siccome una cosa del genere non mi era mai capitata, l’avvocato che è in me, ha bisogno di prove. 
Un lavoro lo devi pur trovare non puoi vivere sulle mie spalle per sempre no?
Ma quali spalle se ti ho appena offerto due drink!
No, li ha pagati quell’imbecille con la speranza di portarti a letto..
Bè non ci sono andata!
trovati un buon lavoro! Ce ne sono tanti seri te lo assicuro che non hanno niente a che fare col sesso. Lo sai che si può vivere senza sedurre nessuno?
Non fosse così tu saresti già morta!
Non sarai così per sempre sai..invecchierai anche tu.. e gli uomini che si offrono di pagare i tuoi conti, li pagheranno a ragazze che hanno la metà dei tuoi anni. Ti conviene pensarci finchè sei in tempo perché ad una certa età se fai la puttanella, sei patetica!
L’arte di perdere non è difficile da imparare, così molte cose sembrano fatte con l’intento di essere perdute, se le perdiamo non è un disastro. E tu sempre perderai le tue chiavi di casa con un sorriso, ho perso due città due fiumi e un continente. Perduti ma non è questo un disastro, perfino perdere te che giochi con la voce e coi gesti non mi fa soffrire è grazie all’atre che si imparano presto, l’arte di perdere anche se a volte qualche perdita (scrivilo) si rivela un disastro. 
Papà era molto molto arrabbiato con lei, e litigarono tanto..
Non ricordo che litigarono!
tu eri in camera tua ad ascoltare un disco..
Davero?
si.. io ti avevo messo il volume alto perché non li sentissi..
L’ha fatto di proposito? L’auto, l’albero?pioveva anche quella notte..
Eri così piccola..come dirti che mamma aveva scelto di morire..
A te chi lo disse?
nessuno.. 


Non è vero che mi sposo, Simon non mi vuole più
ma perchè porti ancora l’ anello?
mi piace come mi sta..


Guarda che le uniche cose che  non ti ho detto non riguardavano noi due, riguardavano solo Maggie. Io devo proteggerla e continuerò a farlo. È bene chiarirlo subito perché se per un insano scherzo del destino tu volessi ancora sposarmi lei ti renderebbe la vita un vero inferno. E se mi supplicassi di cacciarla a calci, di ammazzarla di rinchiuderla o altro, pur trovandolo giusto, non lo farei mai. La mia vita senza di lei non avrebbe senso. 
Adesso si, che sei tornata in te. 


Il tuo cuore lo porto con me , lo porto nel mio non me ne divido mai, dove vado io vieni anche tu mia amata. Qualsiasi cosa venga fatta da me, la fai anche tu..mia cara. Non temo il fato perché il fato sei tu mia dolce. Non voglio il mondo perché il mondo più bello e più vero sei tu. Questo è il nostro segreto profondo. Radice di tutte le radici, germoglio di tutti i germogli e cielo dei cieli di un albero chiamato vita che cresce più in alto di quanto l’anima spera e la mente nasconde la meraviglia che le stelle separa. Il tuo cuore esiste nel mio. Ecco il segreto più profondo che nessuno conoscerà mai. Radice delle radici, germoglio dei germogli, cielo dei cieli di un albero chiamato vita che cresce più in alto di quanto l’anima possa sperare.  più vivo di quanto la mente possa celare. Prendo il tuo cuore, lo porto con me, nel mio. 

Nessun commento:

Posta un commento